Continuera’ almeno fino a giovedi’ prossimo, giorno in cui sindacati e azienda sono stati convocati al Mise per la ripresa della trattativa sul piano industriale, lo sciopero degli operai dell’Ast di Terni. E’ quanto e’ stato deciso nel corso della lunga riunione delle rsu che si e’ tenuta oggi.

Intanto anche i capigruppo del consiglio comunale e l’ufficio di presidenza hanno deciso di procrastinare fino a venerdi’ 7 la sospensione dell’attivita’ amministrativa in attesa del vertice di giovedi’, ribadendo la solidarieta’ espressa alla lotta dei lavoratori.

La seduta del consiglio di lunedi’ prossimo non si terra’, dunque, dato che all’ordine del giorno non vi sono atti urgenti.

Stamattina una denuncia sul mancato pagamento dei salari ai dipendenti AST era venuta dal sindaco di Terni Di Girolamo, che l’aveva definito “un’ulteriore grave provocazione dell’AD di AST”, e aveva chiesto immediatamente al ministro Guidi di intervenire sull’azienda affinché “vengano onorati gli impegni dovuti e ribaditi” durante la trattativa al MISE.