Al di là delle dichiarazioni verbali, i fatti dimostrano che Ast ed il suo amministratore delegato continuano a portare avanti il piano di ridimensionamento dell’azienda. Piano verso il quale sindacati ed istituzioni si oppongono fortemente”. Lo dichiara Leopoldo di Girolamo, sindaco e presidente della Provincia di Terni, a proposito della messa in cassa integrazione di 200 lavoratori della Ilserv su poco più di 300 totali. “L’Ilserv – prosegue di Girolamo – è una delle aziende strategiche della galassia Ast, un suo ridimensionamento pone inevitabilmente seri interrogativi sul futuro dell’area a caldo e sugli assetti generali del sito produttivo. Per questa ragione torniamo a chiedere con forza al governo di fornire rapidamente elementi di merito che possano contribuire in maniera concreta ad arrestare il processo di depotenziamento della fabbrica e ad evitare l’aumento delle tensioni che possono sfociare in disordini nonostante il grande senso di responsabilità dei lavoratori”.