Al via il Piediluco Festival 2021, oltre un mese di concerti sulle sponde del lago organizzato dall’associazione Mirabil Eco, in collaborazione con il Comune di Terni e con il contributo della Fondazione Carit. ‘Vers la flamme’ il titolo del cartellone, in programma dal 17 luglio fino al 28 agosto, a cui si aggiungono le masterclass di perfezionamento strumentale condotte da alcuni dei protagonisti della scena musicale italiana (Giottoli, Roccato, Pepicelli).

Al via anche una collaborazione con alcuni comuni del Lazio: il borgo fantasma di Celleno (Viterbo) ospiterà il 23 luglio alle 21.30 lo spettacolo tratto da un racconto di Borges e accompagnato dalla musiche di Astor Piazzola con la partecipazione straordinaria di Moni Ovadia. Ci saranno poi una serie di incontri in cui la musica sarà compenetrata dal disegno, in collaborazione con l’illustratore bolognese Stefano Ricci.

“Si tratta di Live Painting – afferma la direttrice artistica del Festival, Lucrezia Proietti – momenti in cui il disegnatore crea durante il “farsi” del discorso musicale. Abbiamo chiamato questi appuntamenti Spinner. Suoni e disegni ai piedi del bosco sacro e saranno coordinati da Ricci e da alcune allieve dell’Accademia di Belle Arti di Bologna e di Verona”.

Previste anche presentazioni di libri in presenza degli autori su temi musicali (il 23 luglio “Giochi d’orchestra. Esercizi per suonare insieme” di Simone Genuini) ed cene e aperitivi su prenotazione. Dopo l’anteprima di questa sera alle 21.30 con uno dei più importanti violoncellisti italiani, Francesco Dillon e La Suite di Bach, la vera e propria inaugurazione del Festival è prevista mercoledì all’Hotel Miralago con cena e concerto alle 22 dell’Umbria Esemble.