Le prime adesioni stanno arrivando da diverse regioni, dal Piemonte fino alla Puglia.

Alla rassegna nazionale “Archeologia industriale e vernacolo: il teatro delle nostre tradizioni” promossa da otto anni dalla Proloco Marmore ci saranno compagnie amatoriali pronte ad esibirsi, dal primo al 10 agosto, nel suggestivo scenario del sentiero 5 del belvedere superiore della Cascata delle Marmore.

L’evento ha il sapore della rinascita per una rassegna costretta a fermarsi per l’emergenza sanitaria.

“Se tutto va bene potremo rivedere le compagnie amatoriali in scena, almeno in quello che per certi versi è l’ambiente naturale dei teatranti per passione: la piazza. La rassegna darà pari dignità ad ogni dialetto – dice Manola Conti, presidente di Proloco Marmore – tutti saranno premiati per la loro partecipazione. In quei dieci giorni non offriremo solo teatro ma passeggiate, escursioni ed eventi di enogastronomia”.

L’evento è stato ideato per la valorizzazione del territorio e la diffusione della cultura attraverso il legame intimo e particolare della tutela dei vari dialetti, attribuendo ad essi pari dignità e possibilità di espressione, in un connubio tra arte, tradizioni, natura, archeologia.

E’ stato promosso da Proloco Marmore con la collaborazione di Uilt Umbria e il patrocinio del Ministero per i beni e le attività culturali, Regione Umbria, Provincia Terni, Comune Terni, Camera di Commercio Umbria, Unpli, Cna Umbria, confcommercio Terni e confartigianato Terni.

Per partecipare al bando, reperibile su https://umbria.uilt.it/, c’è tempo fino al 20 maggio.

Info Manola Conti, 333 2279812; prolocomarmore@pec.it; prolocomarmore@gmail.com.