Dopo 122 anni di ‘esilio’ e una migrazione in quattro sedi diverse, torna all’interno del Duomo di Orvieto l’intero ciclo scultoreo degli Apostoli e dei quattro Santi, l’unico ancora completo e conservato integralmente avviato prima dell’avvento del barocco.

Il riposizionamento delle statue all’interno della Cattedrale è la conclusione di un impegnativo percorso sia burocratico sia di restauro, che ha visto collaborare numerosi ed esperti professionisti, oltre che soggetti istituzionali.

Le statue – otto realizzate tra il 1556 e il 1612, la nona nel 1618, la decima nel 1644 e le ultime due tra il 1714 e il 1722 – dal 2006 erano infatti state collocate nella sede distaccata del museo dell’Opera del Duomo di Orvieto, tornando al centro dell’interesse e dello studio. Il progetto del riposizionamento già delineato nel 1986 dalla Soprintendenza, è stato di recente presentato agli organi del ministero per i Beni e le attività culturali e autorizzato dalla stessa Soprintendenza.