Undici appuntamenti, compreso uno spettacolo di danza, da ottobre ad aprile, con un’ampia gamma di registri e temi: presentato questa mattina il cartellone della nuova stagione di prosa 2019/2020 del teatro Secci di Terni, organizzata dal Teatro Stabile dell’Umbria e dall’assessorato comunale alla Cultura.

Il debutto è previsto il 30 e 31 ottobre con ‘La locandiera’ di Goldoni, che vedrà in scena Amanda Sandrelli con la regia di Paolo Valerio e Francesco Niccolini, per poi proseguire con la ‘Commedia con schianto, struttura di un fallimento tragico’, di Liv Ferracchiati, in quattro serate dall’11 al 14 novembre. Il 26 e 27 novembre è in programma ’1984′ di George Orwell, diretto da Matthew Lenton, mentre il 4 e il 5 dicembre andrà in scena lo spettacolo del Balletto di Roma, ‘Lo schiaccianoci’. Il 17 e il 18 dicembre sarà la volta di ‘Nostalgia di dio’ di Lucia Calamaro. Mentre dall’8 all’11 gennaio sul palcoscenico del Secci sarà messo in scena ‘L’onore perduto di Katharina Blum’ di Heinrich Boll, con Elena Radonicich e Peppino Mazzotta. Si proseguirà il 22 e 23 gennaio con ‘La leggenda del pallavolista volante’ di Nicola Zavagli e Andrea Zorzi, il 5 e 6 febbraio con Don Chisci@tte, liberamente tratto da Cervantes, mentre il 18 e il 19 febbraio andrà in scena ‘Uomo solo in fila’ di e con Maurizio Micheli. Si chiude, il 3 e il 4 marzo, con ‘Dolore sotto chiave – Sik Sik l’arteficie magico’, di Eduardo De Filippo, per la regia di Carlo Cecchi, e dal primo al 4 aprile con ‘Le affinità elettive’ di Goethe, diretto da Andrea Baracco.