Saranno 50 le attività culturali e di spettacolo dal vivo finanziate con 692 mila euro dalla Regione, grazie a un contributo ministeriale, per ricreare nell’area del cratere del sisma quel senso di comunità messo a dura prova dopo le scosse di agosto e ottobre 2016. Le iniziative coinvolgeranno 14 comuni ricompresi nel cosiddetto “cratere”

“La ricostruzione – ha spiegato l’assessore regionale alla Cultura, Fernanda Cecchini durante una conferenza stampa che si è svolta a Perugia – investe non solo l’urbanistica, la parte dell’edilizia, architettonica e urbanistica, ma anche il benessere delle persone e della comunità, facendo in modo che si mantenga forte e coesa affinché gli abitanti non abbandonino il territorio e le loro città. Le risorse – ha aggiunto – sono straordinariamente importanti perché offrono un’opportunità di coesione sociale ai cittadini, ma favoriscono anche un momento di crescita per i nostri artisti, i soggetti e le associazioni culturali che si confrontano con un obiettivo importante per la nostra comunità regionale”.