Si intitola “La quartina di Stevenson” ed è l’ultima fatica letteraria di Paolo Tordi, personaggio molto conosciuto per la lunga esperienza maturata in qualità di manager della grande industria. La presentazione della pubblicazione è avvenuta ieri pomeriggio, presso il Museo Diocesano e Capitolare di Terni, alla presenza – tra gli altri – del vescovo diocesano Giuseppe Piemontese, di padre Enzo Fortunato, direttore Sala Stampa S. Francesco di Assisi e del presidente dell’associazione Umbria Contemporanea, Franco Giustinelli, oltrechè di un folto pubblico.

Si tratta di un giallo italiano che – come spiega l’autore – si consuma in una città indefinita, è ambientato ai giorni nostri e si sviluppa intorno alla quartina che R. L. Stevenson pose in dedica a “Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hide”. Insieme a una trentina di racconti brevi, che nulla hanno a che vedere con il giallo, ma che sono godibilissimi.