“Investiamo oltre 14 milioni di euro per potenziare gli ‘attrattori culturali’ dell’Umbria, finanziando progetti di 8 Comuni legati alla riqualificazione e valorizzazione di complessi monumentali e del sistema museale insieme al rafforzamento della progettualità delle ‘Aree interne’ e del comprensorio del Trasimeno, integrando gli interventi previsti per le città interessate dalla strategia ‘Agenda urbana’”. L’assessore regionale alla Cultura, Fernanda Cecchini, ha sintetizzato così il Programma regionale di interventi sul patrimonio culturale umbro, approvato dalla Giunta regionale, nel corso della conferenza stampa che si è svolta stamattina a Palazzo Donini, alla quale hanno preso parte gli amministratori dei Comuni e dei territori interessati. Presenti, tra gli altri, i sindaci Stefania Proietti (Assisi), Fabrizio Cardarelli (Spoleto), Carlo Rossini (Todi), Roberto Romani (Acquasparta), Francesco De Rebotti (Narni), il vicesindaco Michele Bettarelli (Città di Castello), gli assessori Maria Teresa Severini (Perugia), Tiziana De Angelis (Terni), Alessandra Cannistrà (Orvieto). Alla conferenza stampa sono intervenuti il direttore regionale Ciro Becchetti, il dirigente del Servizio Valorizzazione beni culturali Mauro Pianesi e, per lo stesso Servizio, Emanuele Proietti. “Ci siamo posti – ha sottolineato l’assessore – il duplice obiettivo della crescita culturale dei cittadini e della crescita del turismo sostenibile facendo leva sul considerevole patrimonio culturale dell’Umbria. A valere sulle risorse del Por Fesr, il Programma operativo del Fondo europeo di sviluppo regionale, Abbiamo adottato il criterio di sostenere le idee progettuali più significative proposte dai Comuni per il completamento delle reti e dei sistemi culturali regionali, in una logica di arricchimento di un’offerta sinergica di strutture e servizi”.

“In larga parte – ha precisato – si tratta di progetti che completano e perfezionano reti e sistemi culturali esistenti. Ad esempio, per quanto riguarda Perugia – ha specificato – abbiamo destinato 1 milione e mezzo di euro per la riqualificazione e la valorizzazione del cinema teatro Turreno, mantenendo l’impegno sottoscritto dalla Regione nel protocollo d’intesa siglato nel 2015. Auspichiamo – ha aggiunto – che tutti i soggetti coinvolti facciano la loro parte in modo da riconsegnare al capoluogo di regione un contenitore culturale di grande rilevanza”.

“Con questo atto – ha proseguito – abbiamo individuato le idee progettuali. Ora spetta ai beneficiari degli interventi, entro il 31 marzo, presentare i progetti per ottenere i finanziamenti”. “Sono risorse importanti – ha detto l’assessore Cecchini – che si traducono anche in opportunità di lavoro per le nostre imprese, che hanno sviluppato professionalità e competenze, oltre che per il rilancio del turismo”. L’assessore ha anche annunciato la pubblicazione di un bando regionale destinato alle imprese creative per la valorizzazione degli attrattori culturali, che verrà presentato nei prossimi giorni.