Anche CGIL e FLC esprimono il proprio dissenso per il nuovo taglio al finanziamento in favore dell’Istituto musicale Briccialdi, determinatosi in seguito dell’approvazione del bilancio preventivo 2016 del Comune di Terni.

Le due organizzazioni sindacali ricordano di aver chiesto da tempo “un positivo impegno per mantenere in vita un Istituto a cui si è sempre guardato con attenzione per le qualità didattiche e professionali” e ritengono “fondamentale che il Consiglio di Amministrazione e la direzione dell’Istituto promuovano interventi nei confronti di Enti Locali e Miur per garantire il mantenimento delle attività avendo come obiettivo finale la statizzazione dell’istituto, considerato uno tra i migliori operanti in Italia”.

Per CGIL e FLC, è inoltre “prioritario” l’impegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Terni, “in quanto la formazione e il lavoro culturale dell’Istituto meritano le dovute e necessarie attenzioni”.