Alle 16.30 di domani presso Archivio di Stato di Terni , in collaborazione con la Società Italiane delle Storiche, l’Isuc presenta la tredicesima edizione del Premio “Gisa Giani” dedicato alla cultrice di storia locale che ebbe una particolare attenzione alla storia delle donne. Il Premio, assegnato ad un’opera pubblicata a stampa in prima edizione a partire dal giugno 2012 che abbia affrontato in chiave storica le tematiche inerenti al lavoro femminile nella sua accezione più ampia, è stato vinto da Barbara Imbergamo (ricercatrice fiorentina che si occupa di inclusione dei cittadini nelle scelte pubbliche e di tematiche riguardanti il lavoro e le pari opportunità) per il volume “Mondine in campo. Dinamiche e retoriche di un lavoro del Novecento”.