Sale a 11 il numero di dipendenti e convenzionati dell’Azienda Usl Umbria 2 sospesi dal servizio perché non vaccinati.

La direzione aziendale – in base a quanto si apprende – ha infatti adottato altre sette delibere di sospensione.

Nello specifico sono coinvolti cinque dipendenti (due infermieri, un tecnico radiologo, un assistente sanitario e un tecnico di laboratorio) e due convenzionati, medici del servizio di continuità assistenziale (ex guardia medica).

I sette si aggiungono alle altre quattro persone già precedentemente sospese con la stessa motivazione, mentre altri quattro dipendenti verso i quali era stato assunto il provvedimento si sono nel frattempo vaccinati.