La notte scorsa, a San Gemini, i Carabinieri hanno arrestato, per “detenzione di armi”: S.R., ternano di 67 anni, pensionato, incensurato. L’uomo, durante una violenta lite in strada punta e minaccia un fucile contro l’ex compagno della figlia, l’arma è monocanna, con la matricola abrasa. I Carabinieri, intervenuti nella zona di “grotta degli Zingari” sono riusciti a sedare la lite ed a bloccare l’uomo. La successiva perquisizione personale e domiciliare ha permesso di trovare un altro fucile, questa volta una “doppietta”, con la matricola abrasa, e 5 cartucce. Tutto il materiale  è stato sequestrato. Ulteriori armi, tra fucili e munizioni di varie marche e calibro, regolarmente detenuti, sono state sottoposte a ritiro cautelare. L’uomo è stato quindi posto agli arresti domiciliari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

ACQUASPARTA: AUTO IN FIAMME NELLA NOTTE, TROVATO CADAVERE DI UNA DONNA ALL’INTERNO