I Carabinieri di Terni, in collaborazione con il personale del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro hanno denunciato una donna 30enne di origine marocchina, ma residente a Terni, già nota alle Forze dell’ordine. La donna, in qualità di titolare di una macelleria del centro, si è resa responsabile di mancata sorveglianza sanitaria dei propri dipendenti in quanto ometteva di informare il personale sui rischi aziendali, non consentendone inoltre la formazione professionale. Inoltre le è stato notificato un atto o di sospensione dell’attività per aver impiegato 1 lavoratore “in nero” su 2 dipendenti. Sono state elevate ammende e sanzioni amministrative per  10.000€ circa. L’attività commerciale potrà procedere alla riapertura esclusivamente a seguito dell’assunzione del personale “in nero” ed al pagamento di una sanzione accessoria.

TERNI: BOTTE E MALTRATTAMENTI ALLA COMPAGNA, ARRESTATO 54ENNE