Un uomo di 84 anni, sul quale gravano precedenti di Polizia specifici per reati di violenze e tentate violenze su minorenni, è stato arrestato e condotto in carcere dalla Polizia di Perugia. Il provvedimento si è reso necessario dopo la richiesta di aiuto di due genitori di tre ragazzini, tutti minorenni. Il padre ha detto agli agenti che da giorni i propri figli, in diverse occasioni, come ad esempio in un momento di svago presso il parco pubblico non lontano da casa o all’interno dell’autobus, seguiti nei loro spostamenti, venivano avvicinati da un uomo anziano di 84 anni il quale, attraverso un dialogo intriso di volgarità, che faceva riferimento alle parti intime dei ragazzini, e di frasi con le quali cercava di circuirli facendo vedere loro dei soldi o offrendogli delle bibite.

I ragazzini  si sono confidati con i genitori i quali si sono precipitati ad allertare la Questura di Perugia la quale, attraverso l’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico riusciva a localizzare il soggetto accertando anche che l’anziano non rispettava la misura della detenzione domiciliare a a cui era confinato. Raccolti tutti gli elementi del caso, oltre che la formale querela dei genitori dei ragazzini, l’uomo dopo essere stato deferito all’Autorità Giudiziaria per il reato di adescamento di minorenni veniva immediatamente ristretto presso il carcere di Perugia Capanne.

 

REDUCI DAL RAVE-PARTY NEL VITERBESE SI ACCAMPANO AL LAGO DI CORBARA, ALLONTANATI