Era stato notato da una guardia privata e da una pattuglia dell’Esercito mentre si aggirava in zona Fontivegge a Perugia con un grande coltello in mano. Sul posto sono giunti agenti della polizia che hanno prontamente individuato il giovane. L’uomo, un dominicano di 21 anni, all’atto del controllo si è mostrato subito molto innervosito sino ad esplodere in un pianto liberatorio “confidando” agli agenti di essere furioso a causa del fatto che degli spacciatori gli avevano venduto della sostanza stupefacente non di qualità, urlando minacce verso le persone del circondario.

Nel prosieguo del suo discorso l’uomo, che presentava numerosi precedenti di Polizia per reati di furto, maltrattamenti in famiglia e minacce, indicava la siepe dove aveva nascosto il coltello col quale girava poco tempo prima col chiaro intento di vendicare il “torto” subito. Gli agenti, dopo aver recuperato la lama da macellaio di 37 cm di lunghezza, hanno denunciato il ragazzo per i reati di porto abusivo di oggetti atti ad offendere e minacce gravi ed aggravate. Nei suoi confronti la Questura di Perugia ha disposto un Foglio di Via dal comune di Perugia.