Nei giorni scorsi, il caldo intenso, la presenza di vento e l’assenza di precipitazione non hanno dato tregua alla situazione degli incendi boschivi. I militari delle Stazioni Carabinieri Forestali di Rieti e Contigliano sono intervenuti, su attivazione della Centrale Operativa dell’Arma, in località “Cerchiara” del comune di Rieti per la presenza di fiamme e fumo nei pressi di un terreno boschivo.
L’incendio ha interessato una superficie molto vasta, coinvolgendo oltre 4 ettari di bosco. Le dimensioni dell’incendio e la sua pericolosità intrinseca hanno richiesto l’intervento di un elicottero dei Vigili del Fuoco, che ha consentito di sedare in tempi rapidi le fiamme e bonificare l’area. Dagli accertamenti di polizia immediatamente effettuati dalla componente forestale dell’Arma, è stato possibile ricostruire la dinamica dell’evento e circoscrivere l’area d’insorgenza del fuoco, individuata in un prato di proprietà privata. Anche grazie alle dichiarazioni rilasciate dai presenti e alla presenza di un quadro di indicatori relativamente chiaro, il responsabile dell’incendio boschivo è stato identificato in un’anziana signora che, in maniera incauta e negligente, si era cimentata nella ripulitura del prato della propria abitazione da frascame e carta, attraverso l’utilizzo del fuoco. Il reato di incendio boschivo colposo (ovvero procurato per negligenza, imperizia o imprudenza) è previsto dal codice penale ed è punito molto severamente, con la reclusione sino a cinque anni.