“Per ricostituire i boschi ridotti in cenere dal fuoco ci vorranno fino a 15 anni con danni all’ambiente, all’economia, al lavoro e al turismo”. Ad affermarlo è la Coldiretti in merito ai danni “incalcolabili” provocati dagli “incendi che hanno distrutto decine di migliaia di ettari di boschi e macchia mediterranea con alberi carbonizzati, oliveti, pascoli distrutti ed una vera strage di animali”.

Nelle aree bruciate, sottolinea l’associazione, saranno impedite anche tutte le attività umane tradizionali e la scoperta del territorio da parte di decine di migliaia di appassionati. Per far fronte a questa tragedia, è partita la macchina della solidarietà Coldiretti per far arrivare alle aziende colpite camion di fieno per alimentare gli animali sopravvissuti. Innumerevoli gli agricoltori che hanno subito messo a disposizione foraggio, animali, paletti e reti per le recinzioni, orzo e avena per gli allevamenti ovicaprini, e acqua con autobotti.