E’ stato lievemente ferito con un’arma da punta, poi è probabilmente caduto a terra battendo la testa: un albanese residente a Perugia, di 48 anni, si trova ricoverato con riserva di prognosi all’ospedale, dopo una lite avvenuta nella notte tra venerdì e sabato in piazza del Bacio, nella zona di Fontivegge, nel capoluogo umbro.

Nell’ambito delle indagini seguite all’accaduto, un uomo di 36 anni, tunisino, noto alle forze di polizia, è stato rintracciato e denunciato dai carabinieri per lesioni.

I militari della sezione radiomobile del Nor della compagnia di Perugia, impiegati nel normale servizio di controllo, sono stati inviati dalla centrale operativa in piazza del Bacio, dove a seguito di una lite tra due persone, un uomo ìn evidente stato di ebbrezza, era a terra ferito. Giunti sul posto, dopo aver verificato le condizioni dell’uomo, che presentava alcune lievi ferite all’addome da arma da punta, e mentre questi, soccorso dal personale del 118, veniva trasportato all’ospedale, i carabinieri hanno avviato le ricerche del responsabile, sulla base delle descrizioni fornite dai testimoni.

E’ stata una pattuglia dell’Esercito in servizio “Strade Sicure” a localizzare, nel parcheggio del Minimetrò, un uomo di origini tunisine corrispondente alla descrizione del ricercato. I militari giunti immediatamente sul posto, hanno fermato il tunisino il quale, in caserma, avrebbe poi confermato di aver avuto una lite con il ferito. L’uomo è stato denunciato anche per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti, in esecuzione di un decreto, emesso dalla procura della Repubblica del tribunale di Perugia, per cui era ricercato. L’albanese, come detto, è stato ricoverato al Santa Maria della Misericordia, in prognosi riservata per un ematoma alla testa procuratosi probabilmente nella caduta.