Botte e minacce alla madre che non le dà il denaro per la droga: dopo anni di maltrattamenti, la donna, di 54 anni, ha chiamato il 112 e la figlia, di 24, è stata arrestata. E’ successo a Terni.

I militari della locale stazione carabinieri, intervenuti presso l’abitazione delle due donne, nel centro cittadino, hanno trovato la madre fuori casa, poiché la figlia, dopo averla percossa e minacciata – secondo la ricostruzione dei carabinieri – l’aveva cacciata fuori prendendosi le chiavi dell’abitazione e il cellulare.

Accompagnata in caserma, la vittima ha sporto querela contro la figlia, elencando una serie di episodi che si sono succeduti negli ultimi anni, sempre relativi alle incessanti richieste di denaro per l’acquisto di stupefacente e alle liti violente che ne sono conseguite.

Non è bastato l’affido della giovane ad una comunità di recupero per tossicodipendenti, da cui è uscita un paio d’anni fa ricominciando la vita di prima.

La ventiquattrenne, indagata in passato per per percosse, violenza privata e maltrattamenti in ambito familiare, è stata rinchiusa nel carcere di Capanne.