Si è lavato in una fontanella in via Candia, completamente nudo, brandendo un chiodo acuminato di circa 18 cm e minacciando le persone che si trovavano a passare di lì, tra cui dei bambini. L’uomo dopo il bagno improvvisato si è diretto, sempre senza nessun vestito indosso, in via Santamaura passeggiando in una strada piena di gente e di turisti. Ad intervenire tempestivamente sul posto a seguito della segnalazione al NUE 112, una pattuglia del Reparto Prevenzione Crimine Lazio insieme ad un equipaggio del commissariato Prati diretto da Filiberto Mastrapasqua.
L’uomo alla vista dei poliziotti si è infilato subito un paio di calzoncini e ha cercato invano di dileguarsi. M.D.K, di origini polacche, infatti, nonostante abbia provato a divincolarsi dai poliziotti con calci e pugni, è stato fermato poco dopo. Dai successivi accertamenti il 28enne è risultato avere precedenti di polizia per reati contro la persona e il patrimonio e per il possesso di arnesi atti ad offendere.

M.D.K sarà sottoposto a giudizio per direttissima per il reato di atti osceni in luogo pubblico, aggravato dalla presenza di minori e per resistenza a pubblico ufficiale.