Il fatto, accaduto nel Comune di Città di Castello, ha visto due ex fidanzati litigare animatamente per futili motivi nell’appartamento dell’uomo e finire alle mani.

Ad avere la peggio è stata la donna la quale, a seguito dei colpi ricevuti, è dovuta ricorrere alla cure dei sanitari del Pronto Soccorso del locale complesso ospedaliero in quanto riportava varie lesioni certificate dal personale sanitario.

Dopo le cure del caso la donna si recava presso il Commissariato di Polizia di Città di Castello al fine di denunciare l’accaduto.

Gli uomini del Commissariato coordinati dal Dirigente, Vice Questore Michele Santoro, una volta individuato il soggetto decidevano di effettuare un immediato controllo a suo carico.

L’uomo, un 46enne, veniva intercettato proprio mentre usciva dalla propria abitazione e a seguito del controllo effettuato, anche all’interno della propria abitazione, veniva rinvenuto della sostanza stupefacente, materiale per il suo confezionamento, un bilancino di precisione, della sostanza da taglio ed altro.

 

Tutto il materiale veniva sequestrato e il 46enne indagato oltre che per i reati di percosse e lesioni personali a carico della ex compagna anche per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.