Con tre diverse delibere l’amministrazione comunale di Terni, su proposta dell’assessore ai lavori pubblici Benedetta Salvati, ha reso disponibili oggi ulteriori 400mila euro per lavori di manutenzione straordinaria e di pronto intervento nel cimitero urbano e negli altri 15 cimiteri, oltre a 100mila euro per la manutenzione ordinaria, per un totale dunque di mezzo milione di euro.

I lavori che saranno eseguiti riguardano, oltre alla manutenzione ordinaria, il consolidamento statico delle strutture portanti dei padiglioni, sia in fondazione che in elevazione; la sostituzione di solai di copertura con l’impiego di materiali e strutture differenti; il rifacimento di scale, rampe e tetti; la realizzazione, il rifacimento integrale o l’integrazione dei servizi igienico – sanitari; il rifacimento o la nuova realizzazione di intonaci esterni; la realizzazione di cancellate, ringhiere, muri di cinta e recinzioni; gli interventi su cortili e giardini, anche con piantumazione di alberi; l’acquisto nuovi monta-feretri e scale.

“Restituire decoro e agibilità ai cimiteri cittadini – dice il vicesindaco e assessore ai lavori pubblici Benedetta Salvati – è stata una delle priorità che ci siamo dati fin dall’inizio del nostro mandato. Un obiettivo difficile e complesso, considerata l’ampiezza delle aree interessate e soprattutto la vera e propria emergenza nella quale versavano e versano molte strutture cimiteriali, dovuta allo stato di degrado, all’insufficiente o nulla manutenzione che si è protratta per anni e alla pericolosità stessa di alcune di queste strutture per i visitatori”. “Gradualmente, ma con un serio obiettivo in testa, cerchiamo di fare il possibile per riportare alla normalità e alla decenza anche questa situazione, considerando che i cimiteri, come e più di altri luoghi, sono importanti per tanti nostri concittadini perché conservano la memoria dei loro cari e dell’intera comunità e meritano quindi il massimo rispetto”.

I lavori che saranno eseguiti riguardano, oltre alla manutenzione ordinaria, il consolidamento statico delle strutture portanti dei padiglioni, sia in fondazione che in elevazione; la sostituzione di solai di copertura con l’impiego di materiali e strutture differenti; il rifacimento di scale, rampe e tetti; la realizzazione, il rifacimento integrale o l’integrazione dei servizi igienico – sanitari; il rifacimento o la nuova realizzazione di intonaci esterni; la realizzazione di cancellate, ringhiere, muri di cinta e recinzioni; gli interventi su cortili e giardini, anche con piantumazione di alberi; l’acquisto nuovi monta-feretri e scale.

I lavori saranno affidati con accordi quadro, eseguiti attraverso la sottoscrizione di uno o più contratti attuativi. Gli interventi sono finanziati con i fondi derivanti dalla gestione dei servizi cimiteriali e lo strumento dell’accordo quadro verrà attivato in più lotti.