Anche l’Umbria sta valutando di anticipare la somministrazione delle seconde dosi vaccino contro il Covid per contrastare una eventuale diffusione della variante delta del virus. L’assessore regionale alla Sanità, Luca Coletto spiega come sia stato convocato per per lunedì il Cts regionale dove esaminare la questione.

“Stiamo valutando di anticipare la seconda dose – ha detto – in particolare per gli ultrasessantenni. Le forniture di vaccini per procedere in questa direzione ci sono senza modificare il piano delle prenotazioni già fatte”.

Secondo l’assessore umbro per prevenire una eventuale quarta ondata del virus è necessario che vengano tra l’altro eliminati i ritardi sulle forniture degli anticorpi monoclonali che ci sono stati in passato. “Vanno somministrati entro 72 ore dall’insorgenza dei sintomi – ha aggiunto. Bisogna poi puntare sulle cure domiciliari per evitare un nuovo blocco delle strutture ospedaliere. E soprattutto per evitare la pandemia economica che rischia di essere il vero problema dei prossimi mesi”.