Si è concluso con una sentenza di condanna ed una di assoluzione il processo in primo grado a carico della coppia che aveva aggredito a scopo di rapina il 4 dicembre 2020 a Terni in via di Porta san Giovanni un ternano di 50 anni con problemi di deambulazione e a cui era stato sottratto il portafogli con circa 150 euro in contanti. Il giudizio, svoltosi con il rito abbreviato, ha visto emettere dal giudice dr.ssa Simona Tordelli una sentenza di condanna a tre anni e due mesi di reclusione a carico di uno dei due imputati per il reato contestato di rapina aggravata ed invece una sentenza di assoluzione per non aver commesso il fatto a carico dell’altro.

l’azione delittuosa era stata ripresa da alcune telecamere di sorveglianza del palazzo ed avevano portatogli investigatori a trarre in arresto per il delitto contestato di rapina un uomo di circa 40 anni straniero, di origini magrebine ed una cittadina italiana da tempo residente a Terni di 20 anni. All’esito del processo davanti al Tribunale di Terni che come detto è stato celebrato con il rito abbreviato, la ragazza è stata condannata a tre anni e due mesi di reclusione e l’uomo invece assolto, dopo che la pubblica accusa rappresentata dal P.M. Dr.ssa Giulia Bisello aveva chiesto la condanna a quattro anni e due mesi di reclusione per entrambi gli imputati assistiti dagli avvocati Bruno Capaldini e Francesco Allegretti del Foro di Terni. Alla parte offesa, costituitasi parte civile con l’Avv. Alessandro Gentiletti è stato riconosciuto un risarcimento del danno da liquidarsi in separata sede civile