Premiati a Terni dalla Filt Cgil dell’Umbria i due macchinisti che, lo scorso 7 gennaio, parteciparono alle operazioni di soccorso e trasporto dei 70 passeggeri coinvolti nel deragliamento di un treno lungo la linea Orte-Falconara, all’altezza di Giuncano.

Pierluigi Torchio e Daniele Nocelli, in particolare, si trovavano a bordo del convoglio liberi dal servizio, in attesa di cominciare il loro turno di lavoro, quando a causa di una frana si verificò lo svio della motrice di testa e di alcuni vagoni del treno.

“Entrambi hanno dimostrato grande senso civico e di abnegazione” ha commentato Ciro Zeno, della segreteria regionale della Filt Cgil consegnando una targa ai due macchinisti. “Hanno permesso che tutti i passeggeri spaventati abbiano trovato serenità – ha proseguito – ma anche abbreviato tantissimo il loro ritorno a casa”.

 

L’incidente era infatti avvenuto in una zona particolarmente impervia, dunque difficilmente raggiungibile dai mezzi di soccorso. Per permettere il trasporto dei passeggeri – nessuno dei quali era rimasto ferito – era stato necessario sganciare dal treno la locomotiva di coda e un vagone, poi ricondotti alla stazione di Terni dai due macchinisti premiati.

“Non è stata una bella esperienza, ma il nostro lavoro è anche questo. Ci siamo resi conto della situazione e resi subito disponibili per ridurre al minimo conseguenze drammatiche” ha spiegato Nocelli.

“Abbiamo rischiato la vita – ha aggiunto Torchio, che nell’impatto aveva riportato un trauma alla testa – ma siamo stati molto fortunati”.