Perugia intitola una via a Emanuele Petri, sovrintendente della Polizia di Stato medaglia d’oro al Valore civile che venne ucciso durante un intervento che portò all’arresto di Nadia Desdemona Lioce e alla morte di Mario Galesi, gli allora vertici delle nuove Brigate rosse. Il materiale sequestrato diede un impulso decisivo all’indagine che portò a smantellare l’organizzazione.

A Petri, martedì 15 giugno, sarà intitolata la via prospicente la Questura. Annunciata la presenza del capo della Polizia – direttore generale della Pubblica sicurezza, prefetto Lamberto Giannini.

La cerimonia vedrà la partecipazione delle più alte cariche, civili e militari, della provincia.