E’stato stroncato da un malore a soli 26 a Perugia, Mattia Chiani è morto nella casa di Madonna Alta in cui viveva con la famiglia. Il giovane lunedì sera aveva giocato a calcetto con alcuni amici a fine partita aveva iniziato a manifestare qualche malessere, i compagni di squadra si sarebbero proposti di portarlo in ospedale. Mattia però avrebbe deciso di tornare a casa, e di aver bisogno soltanto di un bagno caldo. Arrivato a casa, secondo quanto emerge, Mattia si sarebbe fatto un bagno, ma quando i genitori hanno bussato alla porta il ragazzo non ha risposto. Il padre a quel punto ha sfondato la porta e trovato il figlio esamine. Sul posto, a prestare soccorso, sono intervenuti i sanitari del 118, ma malgrado i tentativi di rianimarlo per il giovane non c’è stato nulla da fare.