Sarebbe avvenuto in strada intorno alle 13,30 di martedì scorso in una cittadina dell’hinterland napoletano, il sequestro dell’uomo, di 57 anni, liberato alcune ore più tardi lungo l’A1, nei pressi di Orvieto, grazie ad un blitz della polizia che ha portato a due arresti. L’episodio è stato reso noto oggi dalla questura di Terni.

In arresto, con l’accusa di sequestro di persona, sono finiti due uomini nati in Francia ma di origine magrebina, sorpresi in auto insieme al sequestrato.

Non sarebbero state usate armi per minacciare il cinquantasettenne, al quale però è stato subito sottratto il cellulare. Non è chiaro dove sia stato condotto inizialmente l’uomo dai rapitori, fino a che nel pomeriggio l’auto, una Opel con targa francese, non ha intrapreso il suo viaggio in autostrada. Sono state alcune segnalazioni giunte alla sala operativa della polizia stradale di Roma – la cui provenienza è anche in questo caso da chiarire – ad allertare gli agenti in merito al probabile sequestro, segnalando l’auto di colore scuro diretta al nord. In tarda serata la Polstrada di Orvieto, con il coordinamento del centro operativo di Fiano Romano, è riuscita ad intercettare il veicolo segnalato e lo ha bloccato, liberando l’uomo.