Vaccinazioni e gestione dell’emergenza Covid in Umbria sono i temi trattati nell’incontro a Perugia tra il commissario straordinario per l’emergenza, generale Francesco Paolo Figliuolo, la presidente della Regione Umbria Donatella Tesei e i rappresentanti della task force regionale.

Al commissario è stato ricordato che la campagna vaccinale in Umbria ha raggiunto il 44% della popolazione. Una situazione, al momento con dati sopra la media, accolta con soddisfazione dal generale Figliuolo che ha poi ribadito dell’importanza degli accordi con le farmacie e con i medici per la gestione dei vaccini anche in una fase post emergenziale.

A palazzo Donini, insieme al capo della Protezione civile Fabrizio Curcio, il generale Figliuolo ha incontrato anche i prefetti di Perugia, Armando Gradone, e Terni, Emilio Dario Sensi, il sindaco di Perugia Andrea Romizi ed il presidente dell’Assemblea legislativa Marco Squarta.

A seguire l’incontro con i rappresentanti della task force covid regionale. Oltre alla presidente Tesei erano presenti gli assessori regionali Luca Coletto (Salute) ed Enrico Melasecche (Protezione civile), il direttore regionale salute e welfare Masssimo Braganti, il commissario straordinario per l’emergenza Covid Massimo D’Angelo, e i vertici delle strutture sanitarie regionali.

La giornata umbra del Generale Figliuolo, è poi proseguita con una visita al al centro vaccinale di Bastia Umbra.

“Con procedure anche di cosiddetta chiamata attiva – ha detto il commissario straordinario all’emergenza Covid – dobbiamo andare a intercettare la popolazione che ancora non risulta vaccinata. Quindi, se mancano i soggetti fragili si vanno a cercarli, bisogna soprattutto mettere in sicurezza queste classi”, prima di ricordare che “ad oggi sono state somministrate quasi 33 milioni di dosi, di cui circa 21 milioni e 800 mila come ‘prima’”.

Entrando nello specifico, il Gen. Figliuolo ha evidenziato che “le vaccinazioni agli over 80 hanno superato a livello nazionale il 90% e l’Umbria è in target, agli over 70 sono sopra l’80% e l’Umbria è in target”. “Mentre – ha detto il commissario – per gli over 60 dobbiamo crescere tutti, visto che siamo al 62-63%”.

Parlando dei dati dei contagi degli ultimi giorni, il commissario straordinario per l’emergenza covid ha evidenziato che “quelli di ieri sono ottimi. Si continua a registrare – ha aggiunto – il calo delle terapie intensive e dei decessi. Ma non dobbiamo abbassare la guardia”.