Nella giornata di ieri, in tre distinte operazioni, i Carabinieri del Comando Provinciale di Terni hanno tratto in arresto tre persone eseguendo tre distinte ordinanze dell’Autorità Giudiziaria, più nel dettaglio:

             verso le ore 14,30 circa ad Amelia i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno tratto in arresto, in esecuzione di un “ordine di sospensione provvisoria della misura alternativa per cessazione dei presupposti ed accompagnamento in carcere” emesso dall’Ufficio di Sorveglianza di Spoleto, un uomo originario della provincia di Palermo classe 1974 il quale era già sottoposto all’affidamento in prova al servizio sociale e condannato in via definitiva; l’uomo è stato quindi condotto presso la Casa Circondariale di Terni;

             verso le ore 15,00 in San Venanzo vicino ad Orvieto, i militari del locale Comando Stazione Carabinieri hanno eseguito una “ordinanza di custodia cautelare in carcere” a seguito della sospensione della misura dell’affidamento in prova al servizio sociale, emessa dall’Ufficio di Sorveglianza di Spoleto nei confronti di un uomo rumeno classe 1970 il quale, affidato in prova al servizio sociale, rendendosi spesso responsabile di comportamenti contrari al proprio status veniva segnalato all’Autorità Giudiziaria per il ripristino della condizione detentiva nei suoi confronti;

             nel corso del tardo pomeriggio infine, in Terni, i militari della Sezione Radiomobile del locale Comando Compagnia Carabinieri hanno dato esecuzione al provvedimento di “revoca della misura cautelare degli arresti domiciliari e ripristino della custodia cautelare in carcere” emesso dal G.I.P. del Tribunale di Terni a carico di un uomo classe 1986 originario della provincia di Roma ma residente a Terni, già sottoposto al regime degli arresti domiciliari, il quale dovrà espiare una pena residua di quasi 4 anni di reclusione per una serie di reati contro la persona e contro il patrimonio; l’uomo è stato quindi accompagnato presso la Casa Circondariale di Terni.