“Con grande rammarico devo prendere atto delle dimissioni dell’assessore Leonardo Bordoni. Si tratta di dimissioni per motivi personali, che mi sono state comunicate già nella giornata di venerdì. In questo fine settimana ho provato a verificare se da parte dell’assessore Bordoni ci potessero essere dei margini per ritirarle, ma ho avuto solo modo di capire meglio e di comprendere le motivazioni”. Lo dichiara il sindaco Leonardo Latini.
“A Leonardo Bordoni – continua il sindaco Latini – rinnovo tutta la mia personale stima per la professionalità e per la dedizione dimostrate in questi anni nei confronti dell’Amministrazione e della città. Mi è stato vicino, da amico e da sostenitore, fin dalla campagna elettorale. Una volta eletto in consiglio comunale ha svolto egregiamente anche il delicato ruolo di capogruppo della Lega”. “L’ho quindi chiamato in Giunta attribuendogli deleghe importanti e complesse, come quelle all’urbanistica e alla mobilità. Anche per questo devo ringraziarlo, perché con coraggio e con spirito di sacrificio si è fatto carico di un assessorato tecnico, non semplice da gestire, ed è stato in prima linea anche durante la pandemia, quando si è trattato di fornire servizi innovativi ai cittadini e di cercare di sostenere la ripartenza in un settore importante come quello dell’edilizia”.
“Sono certo – conclude il sindaco Latini – che l’assessore Bordoni, l’amico Leonardo, possa continuare a stare sempre al nostro fianco nei modi che riterrà più opportuno, non privandoci mai della sua esperienza, delle sue capacità e del suo sostegno”.
Le deleghe in precedenza assegnate all’assessore Bordoni (Urbanistica – Edilizia Privata – Suape – Peep – Paip – Pianificazione Strategica – Area Vasta – Viabilità – Mobilità), sono ora di nuovo attribuite al sindaco.

“La Lega Terni, gli assessori e i consiglieri comunali della Lega salutano l’assessore Leonardo Bordoni e lo ringraziano per il lavoro svolto in questi anni. Bordoni ha ricoperto gli incarichi di presidente della Terza Commissione, capogruppo della Lega in consiglio comunale e infine di assessore con deleghe importanti quali quelle dell’urbanistica e della viabilità, dimostrando sempre grande dedizione al lavoro e attenzione alle esigenze dei cittadini e del territorio ternano.
Comprendiamo i motivi che lo hanno spinto a rinunciare alla carica di assessore e gli auguriamo il meglio dal punto di vista personale e professionale.
Il suo percorso amministrativo si interrompe, ma lui continuerà a far parte della famiglia della Lega e nel momento in cui la sua vita personale gli permetterà di trovare spazio per l’attività politica, noi
saremo pronti a continuare a condividere con lui il progetto di crescita e ripartenza della città”.