Continua la mobilitazione di Cgil, Cisl e Uil per “fermare la strage nei luoghi di lavoro”: lunedì 24 maggio i tre sindacati scenderanno in piazza a Terni con un presidio sotto la prefettura dalle 10.30 alle 12.00.

L’obiettivo dei sindacati è quello di costringere il paese e il governo a riflettere sul drammatico bilancio dei morti sul lavoro. Erano 185 al 31 marzo. Le richieste del sindacato alla base della mobilitazione sono: raggiungere un accordo per la sicurezza tra Esecutivo, enti locali, enti preposti e parti sociali; condizionare le risorse del Pnrr destinate alle imprese al rispetto dei contratti e delle norme su salute e sicurezza, con la previsione di una patente a punti; formazione e assunzioni per garantire prevenzione, ispezioni e controlli; valorizzare la contrattazione e rafforzare la rappresentanza sindacale in tutti i luoghi di lavoro.

Alle iniziative di oggi seguirà una settimana di mobilitazione su tutto il territorio nazionale.