Ieri a Fabro i Carabinieri, a conclusione di un’attività di indagine svolta a seguito della presentazione di una denuncia-querela da un 32enne del posto, hanno deferito in stato di libertà per i reati di “estorsione”, “diffusione illecita di immagini o video sessualmente espliciti” e di “minaccia”, un uomo 60enne originario della provincia di Bari, già noto alle Forze dell’ordine. Il 32enne ad aprile veniva adescato su un noto social network da una ragazza che lo aveva indotto, nel corso di una videochiamata, a spogliarsi insieme a lei. Una volta registrato il video dai malintenzionati, l’uomo aveva ricevuto una serie di telefonate di minaccia contenenti richieste estorsive di denaro a seguito delle quali, inizialmente intimorito, aveva versato su una carta postepay una somma di denaro pari a 2000€.