Una residenza servita adibita a “protetta” è stata individuata in Umbria dai carabinieri del Nas di Perugia nell’ambito dei controlli svolti in tutta Italia, anche alla luce della recente ordinanza sull’apertura alle visite.

Nella struttura umbra – 22 quelle complessivamente ispezionate – persone risultate sostanzialmente non autosufficienti erano ospitati in una risultata per autosufficienti. Una persona è stata denunciata a piede libero.

Dai controlli non sarebbero invece emerse irregolarità per quanto riguarda le vaccinazioni.