Sono 10 e tutti maschi gli studenti vincitori delle XXXV Olimpiadi nazionali di Fisica. Tra di loro c’è anche uno studente ternano, Francesco Barcherini, del Liceo Scientifico Renato Donatelli.

Alla manifestazione, organizzata dal Ministero dell’Istruzione con il contributo scientifico di Aif (Associazione per l’Insegnamento della Fisica), hanno partecipato complessivamente circa 25.000 studenti e studentesse di 580 scuole superiori di tutta Italia e scuole italiane all’estero, mentre ad affrontare la sfida finale per il podio, venerdì e sabato, sono stati in 61.

Gli altri vincitori sono: Martino Barbieri, dell’Istituto di Istruzione Superiore Galileo Galilei di Crema (Cremona), Giacomo Calogero, del Liceo Scientifico Giulietta Banzi Bazoli di Lecce, Marco Catapano, del Liceo Scientifico Elio Vittorini di Napoli, Luca Cremonesi, del Liceo Scientifico Galileo Galilei di Erba (Como), Daniele Fedeli, del Liceo Scientifico Augusto Righi di Roma, Massimo Gasparini del Liceo Scientifico Enrico Fermi di Padova, Tommaso Lunghi, del Liceo Scientifico Alessandro Volta di Milano, Marco Ricci, del Liceo Scientifico Galileo Galilei di Trento e Alessandro Valota, del Liceo Scientifico Lorenzo Mascheroni di Bergamo.

Tre le fasi di selezione affrontate durante le Olimpiadi: la prima di istituto, poi una gara locale e una gara nazionale. Tutte le prove per questa edizione sono state affrontate a distanza. Due le prove che i finalisti hanno dovuto superare per il podio: una teorica, con la risoluzione di quattro problemi di fisica, e una pratica con un esperimento.

Tra i 10 vincitori della gara nazionale, con una ulteriore prova che si svolgerà alla fine del mese di maggio, verranno selezionate due squadre, ciascuna di cinque componenti, di cui una parteciperà nel mese di giugno alle Olimpiadi Europee della Fisica, e l’altra a luglio alle Olimpiadi Internazionali della Fisica.