Un fine settimana di intensi controlli, quello appena trascorso, che ha visto impegnate pattuglie della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e della Polizia Locale, con posti di blocco alle principali arterie di ingresso in città, al fine di intercettare spostamenti non autorizzati fra comuni, e anche nel centro storico, compresi i parchi cittadini, per prevenire assembramenti e violazioni alla normativa anti Covid-19. Le persone identificate sono state 238, le auto controllate 100, 28 le sanzioni elevate, di cui 21 per la violazione delle norme anti Covid; inoltre sono stati denunciati due cittadini stranieri – entrambi egiziani – per violazione delle leggi sull’immigrazione; uno dei due, risultato in possesso di sostanza stupefacente, è stato anche segnalato alla locale Prefettura come assuntore. Durante l’attività, il personale impiegato, constatata la presenza di numerose persone in tutte le vie e piazze del centro, ha sollecitato il rispetto del distanziamento sociale, invitando ad attenersi alle norme dell’ultimo DPCM, richiamando anche l’attenzione dei gestori dei locali nell’osservanza delle regole per l’asporto.

Gli interventi nei dettagli.

Sabato sera, intorno alle 20.00, su segnalazione della Sala Operativa della Questura, la Polizia di Stato è intervenuta in via Castello, nei pressi dell’area verde Sant’Andrea, dove sono stati sorpresi numerosi ragazzi – alcuni dei quali si sono allontanati all’arrivo delle Volanti – intenti a festeggiare, bevendo alcolici. Sono stati identificati in tutto 7 ragazzi – di cui uno proveniente da Narni e uno da Orte (VT) – e per uno di loro – minorenne – è stato richiesto l’intervento del 118, in quanto versava in condizioni di malessere, dovuto verosimilmente ad abuso di alcol; il ragazzo è stato trasportato in ospedale ed affidato alla madre. Un altro è stato trovato con una piccola quantità di sostanza stupefacente, motivo per cui è stato segnalato in Prefettura come assuntore. Domenica pomeriggio, l’intervento della Polizia di Stato è scattato a seguito di una richiesta arrivata tramite YouPol, l’applicazione che permette ai cittadini di fare segnalazioni rimanendo anonimi; gli agenti intervenuti in un appartamento del centro, hanno sorpreso 9 ragazzi intenti a festeggiare, per tutti loro è scattata la sanzione.