C’è stata tanta apprensione, stamane, a Terni, per la scomparsa di una donna di una quarantina d’anni e dei suoi bambini, di 3 e 7 anni. A darne notizia è stata un’altra donna telefonando a Radio Galileo. In quel momento, in onda, intorno alle 13, condotta dal suo ideatore e direttore della Radio, Giorgio Brighi, c’era la nota rubrica del mercatino, una sorta di filo diretto con gli ascoltatori, divenuta – negli anni – la trasmissione di punta dell’emittente.

Quello lanciato è un vero e proprio appello: “dalle 9,30 di questa mattina non si hanno più notizie di una donna, di circa quarant’anni e dei suoi due bambini, di 7 e 3 anni. Si chiama Elisa. Aiutatemi a ritrovarla”. E giù una serie di indicazioni sul colore dei suoi capelli, sulle caratteristiche dei bambini e sul fatto che il suo cellulare fosse stato agganciato – l’ultima volta – nella zona di Cospea, nei pressi del Village. Le forze dell’ordine sono state allertate – ha aggiunto ancora la donna – ed hanno avviato le ricerche”.

Da quel che si è appreso grazie alle continue domande di un preoccupato Giorgio Brighi, sembra che la donna, alle prese con uno stato di depressione e visto il particolare momento sanitario legato alla pandemia, non intendesse portare più i suoi figli a scuola, anche se obbligata a farlo. Gli accertamenti sono comunque in corso.

Poi, circa un quarto d’ora dopo, la lieta notizia del suo ritrovamento, a Marmore. E’ ancora Radio Galileo a darla. Un vero e proprio esempio di strumento al servizio del cittadino.