Celebrato anche a Terni il 169/o anniversario della fondazione della polizia di Stato.

Il questore Bruno Failla ha ricevuto nel piazzale antistante la questura il prefetto Emilio Dario Sensi ed insieme, in una breve cerimonia tenuta nel rispetto delle norme anti-Covid, hanno deposto una corona a ricordo di tutti i caduti della polizia di Stato.

La celebrazione si è poi spostata nella sala riunioni ‘Roberto Antiochia’ della questura, dove sono stati consegnati i riconoscimenti al personale che si è distinto in particolari operazioni di polizia e in attività di servizio, dopo la lettura dei messaggi di auguri del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, del ministro dell’Interno Luciana Lamorgese e del capo della polizia Lamberto Giannini.

Per l’occasione, il Questore di Terni ha provveduto ad illustrare i risultati relativi all’ultimo anno di attività della Polizia ternana.

Nel dettaglio gli arresti (145) sono aumentati del 72%, mentre le denunce, (895) sono diminuite del 21%. I reati denunciati a Terni sono stati 3.397, –21%, quelli denunciati il tutto il territorio provinciale 5.248, –21%, i reati contro il patrimonio in città ammontano a 2.372, –24%, in totale con la provincia sono stati 3.465, –26%. Calo dei furti a Terni, 956, –41%, in totale sono stati 1.451, –43%. Sul versante della lotta agli stupefacenti a Terni sono state arrestate 67 persone, +139%, 17 quelle denunciate, +21%, segnalate 38, +11%. Nella provincia 72 gli arresti messi in atto, +125%, 21 le denunce, +50%, 38 le segnalazioni, +5%. La sostanza più sequestrata è l’hashish con 110.238 kg rispetto ai 12.629 dell’anno precedente. Infine 169 sono le espulsioni contro le 153 di un anno prima.