Un detenuto si è reso protagonista di un’aggressione a un poliziotto (che ha riportato la frattura del naso) nel carcere di Terni dove successivamente, nel corso di una perquisizione, è stato trovato e sequestrato un bisturi. La denuncia è del Sappe, il Sindacato autonomo polizia penitenziaria.

Il detenuto, italiano, che si trova in carcere per tentato omicidio – ha riferito il segretario dell’Umbria del sindaco, Fabrizio Bonino – ha prima insultato “per futili motivi” il poliziotto addetto alla vigilanza, poi gli ha dato un pugno.

Successivamente, come detto, nello stesso carcere, durante una perquisizione straordinaria, dopo la denuncia del furto di un bisturi nella locale infermeria, lo stesso è stato trovato, nascosto in una cella del reparto accoglienza.

“La situazione – ha commentato Bonino – sta degenerando sempre più”. Donato Capece, segretario generale del Sappe, evidenzia infine – in una nota – come “ancora una volta il grave episodio avvenuto nel carcere di Terni non ha avuto un tragico epilogo solamente grazie al pronto intervento dei colleghi della Polizia penitenziaria”.