Un uomo di 48 anni originario della provincia di Napoli, già noto alle Forze dell’ordine, fingendosi funzionario del servizio di sicurezza della Banca Intesa invitava un malcapitato ad inserire i propri dati di accesso al sistema di home banking. La persona truffata constatava successivamente l’esecuzione di pagamenti fraudolenti effettuati dal proprio conto corrente per un importo totale di quasi 1000€. Il napoletano è stato denunciato dai carabinieri per “accesso abusivo ad un sistema informatico”.
In un’altra operazione un uomo di 47 anni originario della provincia di Brescia, di fatto irreperibile e già noto alle Forze dell’ordine, con artifizi e raggiri riusciva a farsi ricaricare la propria carta di credito prepagata, inducendo in errore un ignaro cittadino ed istruendolo telefonicamente ad effettuare ben 6 operazioni di ricarica, ciascuna dell’importo di 250€ per un totale di 1500€. Il bresciano è stato denunciato per truffa.