Sua Eccellenza il Prefetto di Terni,

Presidente della Giunta Regionale dell’Umbria,

Editore Tele Galileo,

Presidente Ordine dei Giornalisti dell’Umbria,

Presidente Associazione Stampa Umbria,

Confindustria Tv

Colleghi Tele Galileo,

 

L’associazione Giornalisti in Umbria esprime innanzitutto solidarietà ai colleghi che a vario titolo in questi anni hanno lavorato ai prodotti giornalistici di Tele Galileo dimostrando passione, dedizione, grande interesse alla professione e alla città.

Ci auguriamo che il loro apporto trovi comunque canali comunicativi validi e capaci di fornire reddito e soddisfazioni professionali.

Esprimiamo rincrescimento per quanto si è verificato a Tele Galileo. Per una situazione complessa e per molti aspetti non inedita si viene ora a verificare una chiusura che costituisce un sicuro impoverimento per il tessuto cittadino di Terni. Viene a mancare in un contesto che ha già visto chiusure e accorpamenti un’altra voce di informazione, un altro luogo di confronto.

Rileviamo che quanto si sta verificando è estremamente penalizzante per un capoluogo di provincia con oltre 100 mila abitanti. Occorre una riflessione seria e approfondita, occorrono interventi a sostegno della piccola editoria affinché il patrimonio di TV e radio locali – spesso con una lunga storia alle spalle – non vada disperso, così come occorre dare continuità alle testate on line che si sono recentemente costituite e che rappresentano una nuova frontiera della comunicazione.

L’associazione Giornalisti in Umbria si rivolge a tutti gli enti e soggetti che possono svolgere un ruolo attivo in questa e analoghe vicende. Per questo segnaliamo quanto sta accadendo – oltre all’odg dei giornalisti e all’associazione stampa umbra- al signor prefetto di Terni e alla presidente della giunta regionale.

Attendiamo – rispettosi – e appoggiamo tutte le iniziative che vorranno intraprendere odg e Asu, pronti a dare il nostro contributo.