“Un anno fa moriva Ivano Pescari, la prima vittima del Covid-19 della nostra regione, oggi lo vogliamo ricordare come un grande amico, come una persona di grande valore umano, oltre che come un musicista molto conosciuto e apprezzato”. Il sindaco di Città di Castello, Luciano Bacchetta, ha reso omaggio, a 12 mesi dalla scomparsa, al tifernate che per primo perse la vita in Umbria a causa della pandemia da coronavirus.

“Ivano è stato il primo di una lunga serie di oltre mille umbri morti nel corso di questa drammatica annualità, nella quale il Covid-19 ha imperversato in tutto il nostro territorio regionale”, ha aggiunto il primo cittadino.

“Allora – ha aggiunto – eravamo tutti all’oscuro di quello che sarebbe accaduto, per cui la sua scomparsa fu un vero e proprio choc, terribile, non solo perché era un amico caro e vero, ma anche perché ci trovavamo di fronte a un nemico nuovo e sconosciuto, il Covid-19 che ancora continua a colpire a un anno di distanza”.