Nel corso della normale attività di screening con utilizzo di tamponi antigenici rapidi, al carcere di Orvieto sono risultati positivi otto agenti di polizia penitenziaria, quattro detenuti e un medico del servizio di continuità assistenziale che opera esclusivamente nell’ambito della medicina penitenziaria. La direzione dell’istituto penitenziario, di concerto con il dipartimento di prevenzione, servizio di igiene e sanità pubblica e con il distretto di Orvieto dell’Azienda Usl Umbria 2 ha attivato immediatamente tutte le misure di prevenzione e protezione utili a circoscrivere la diffusione del contagio.

Nel tardo pomeriggio di sabato sono stati eseguiti tamponi molecolari che hanno confermato l’esito dei primi controlli. Sono quindi risultati positivi al Covid-19 otto agenti di custodia, sei di questi si trovano attualmente in isolamento domiciliare e due in caserma, un medico del servizio di guardia medica e quattro detenuti. Tutti i soggetti risultati positivi sono totalmente asintomatici, soltanto un agente di custodia presenta un lieve stato febbrile. Al momento la situazione è sotto controllo e costantemente monitorata dalla direzione sanitaria del carcere diretta dal dr. Giampaolo Piunno e dai professionisti del dipartimento di Prevenzione e del Distretto di Orvieto dell’azienda sanitaria.