Nella notte a cavallo tra il 13 ed il 14 febbraio i Carabinieri di Terni, durante un servizio di controllo in via Bramante hanno fermato un’auto con a bordo una coppia che al momento dell’alt si è mostrata particolarmente nervosa. I carabinieri si sono insospettiti principalmente dal forte odore che proveniva dall’interno dell’abitacolo. Per questo motivo i militari hanno perquisito la coppia anche nella loro abitazione nel centro cittadino. A conclusione delle perquisizioni i militari hanno trovato più di un chilo di marijuana, 1 bilancia elettronica, 1 agenda con annotazioni “dare/avere” cellophane per il confezionamento dello stupefacente e 130€ in banconote e monete di vario taglio. I carabinieri hanno quindi arrestato K.S., nata in Bosnia nel 1992 e residente a Terni, già nota alle Forze dell’ordine, per il reato di “detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti”, l’uomo V.P., nato in Puglia nel 1980, residente a Terni, già noto alle Forze dell’ordine e convivente della donna è stato arrestato  per i reati di “resistenza a Pubblico
Ufficiale” e di “lesioni personali” poiché durante la perquisizione domiciliare ha dato in escandescenza ed ha colpito con un pugno al volto un carabiniere cagionandogli lesioni giudicate guaribili in 15 giorni. La coppia arrestata ha così trascorso il giorno di San Valentino in regime di detenzione domiciliare presso l’abitazione in loro uso.