4 indagati, 2.700 persone controllate, 231 pattuglie impegnate in stazione, 60 servizi a bordo treno con 131 treni presenziati, 1 minore rintracciato: è questo il bilancio dell’attività, nell’ultima settimana, del Compartimento Polizia Ferroviaria per le Marche, l’Umbria e l’Abruzzo.

In particolare, la Polizia Ferroviaria di San Benedetto del T. ha denunciato un cittadino italiano di 57 anni per aver danneggiato le suppellettili di un treno regionale appiccando alcuni piccoli incendi. L’uomo, inoltre, dopo la perquisizione, è stato trovato in possesso di un martelletto frangivetro, dispositivo di sicurezza in dotazione ai treni asportato dal convoglio e un coltello a serramanico.

Sempre a San Benedetto, il personale della Polizia Ferroviaria ha rintracciato una minore che viaggiava a bordo del treno priva di biglietto e di documenti. Dagli accertamenti è emerso che la ragazza si era allontanata dalla propria abitazione facendo perdere le proprie tracce. Immediatamente sono stati avvertiti i genitori che sono corsi a San Benedetto per riabbracciare la propria figlia.

Il personale della Sezione Polfer di Foligno e quello del Settore Operativo di Ancona, in due distinte occasioni, hanno prestato soccorso a persone in difficoltà trovate all’interno delle stazioni ferroviarie. I primi, in collaborazione con la Caritas, hanno trovato un alloggio ad una donna che, avendo perso il lavoro, non sapeva dove andare, gli altri hanno aiutato uno studente minorenne che si era smarrito, a ricongiungersi ai suoi compagni di classe, accompagnandolo con l’ausilio del personale docente, alla struttura dove si teneva la lezione.

Ad Ancona, personale della Polizia Ferroviaria ha denunciato un 34enne italiano che viaggiava su un treno privo di biglietto, fornendo poi false generalità sia al capotreno che al personale Polfer intervenuto. L’uomo è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria.

Anche a Falconara M.ma il personale della Polizia Ferroviaria ha denunciato un 21enne cittadino nigeriano che viaggiava a bordo del treno privo di biglietto. Lo straniero si è rifiutato di regolarizzare il viaggio e di fornire le proprie generalità al capotreno per cui è stato richiesto l’intervento della Polfer che ha poi proceduto all’identificazione e alla denuncia per rifiuto di fornire le generalità.

A Perugia, gli agenti Polfer hanno denunciato un 39enne nigeriano che viaggiava al bordo del treno privo di biglietto. All’arrivo del personale di Polizia, l’uomo ha regolarizzato il titolo di viaggio ma non ha fornito i documenti in quanto sprovvisto. Accompagnato presso la Questura di Perugia per l’identificazione, a suo carico è risultato un ordine di lasciare il territorio nazionale. E’ stato denunciato e munito di ulteriore espulsione da ottemperare entro 7 giorni.