Secondo l’agenzia di stampa Ansa, non risulterebbero – al momento – viaggi o contatti con l’estero dei due umbri per i quali si sospetta una variante brasiliana o similare del Sars-Cov-2. È comunque in corso la ricostruzione dei loro eventuali contatti.

Si tratta di due uomini del perugino, sugli 80 anni, entrambi affetti da più patologie. Tutti e due sono stati ricoverati nell’ospedale del capoluogo umbro dove il più anziano è poi deceduto.

I medici hanno ipotizzato una possibile variante del virus in base ad alcuni parametri clinici e degli esami di laboratorio. I campioni sono stati successivamente inviati all’Istituto superiore di sanità per la tipizzazione del genoma.