E’ accaduto a bordo di un treno regionale proveniente da Roma e diretto a Perugia. La pattuglia della Polizia Ferroviaria del Posto Polfer di Terni, in servizio a bordo del convoglio ha notato un viaggiatore che alla vista dei poliziotti, ha tentato di nascondere un involucro all’interno del bagaglio a mano. Insospettiti, gli Agenti della Polfer, hanno approfondito il controllo e, all’interno della valigia  dell’uomo, un 27enne nigeriano, senza fissa dimora, hanno rinvenuto dapprima un pacchetto contenente circa 7.000 euro in contanti, poi numerosi ovuli di cellophane di sostanza stupefacente, suddivisa tra eroina e cocaina per un peso complessivo di circa 1,5 kg, riposti in una scatola metallica destinata, in origine e sotto forma di confezione regalo, a contenere una bottiglia di una famosa marca di liquori. Al giovane straniero, accompagnato presso gli uffici della Polizia Ferroviaria di Terni, sono stati sequestrati, inoltre, due telefoni cellulari e altro materiale ora al vaglio degli inquirenti. Dopo la convalida dell’arresto il 27enne è stato associato presso l’Istituto di Pena di Terni a disposizione dell’A.G.

Lega: “Complimenti alla Polfer di Terni per la brillante operazione anti droga, ma gli agenti devono poter lavorare in sicurezza”

“Esprimiamo il nostro convinto plauso ed il nostro ringraziamento per la brillante operazione compiuta dagli agenti della Polfer di Terni, che sul treno diretto a Perugia, grazie al mestiere e all’astuzia di un poliziotto, sono riusciti a fermare un nigeriano, irregolare sul territorio italiano, che trasportava un ingente carico di droga, circa 1500 grammi di eroina e cocaina purissima, dal quale presumibilmente sarebbero state ricavate circa 12000 dosi, per un valore al dettaglio che avrebbe potuto raggiungere circa 250mila euro. Quella della droga è una piaga sempre più preoccupante, i sequestri e gli arresti sono quasi all’ordine del giorno e se la situazione non è degenerata è solo grazie alla capacità investigativa, all’abnegazione e alla prontezza di intervento delle nostre forze dell’ordine. L’arresto di questo corriere della droga che, come detto, non doveva stare nel nostro paese, interrompe un anello importante della filiera del traffico di queste sostanze stupefacenti che, dirette probabilmente verso il capoluogo umbro e zone limitrofe, avrebbero portato a molte overdoses e causato altri morti. Questa grande azione della Polfer, a cui noi siamo grati per il lavoro che svolge quotidianamente per garantire la sicurezza sui nostri treni e nelle nostre stazioni, non deve nascondere le carenze di un corpo di polizia che, a causa delle lacune del Ministro dell’Interno, opera davvero in condizioni al limite, con personale sempre più anziano e senza nuove assunzioni. Gli agenti si devono confrontare ogni giorno con situazioni difficili, con delinquenti che spesso restano impuniti, e meritano di poter svolgere il loro mestiere in sicurezza. Noi della Lega siamo al fianco delle forze dell’ordine e ci batteremo sempre per tutelare la legalità e per garantire condizioni di lavoro dignitose per tutti, in particolare, per chi mette a repentaglio la propria incolumità per preservare la nostra”. Questa la nota con cui il gruppo consiliare della Lega al Comune di Terni, insieme a tutta la Lega Terni, ringrazia la polizia per l’arresto del trafficante di droga e morte, nigeriano, degli ultimi giorni.