In base alla legge non si può migrare dalla zona rossa alla arancione o dalla arancione alla gialla prima di due settimane.  Da quanto è riportato dal Sole 24ore, nell’ultimo monitoraggio settimanale dell’Istituto superiore di sanità (periodo 11-17 gennaio) solo Puglia e Umbria hanno registrato ancora dati da zona arancione (in particolare l’Umbria è a un passo dalla zona rossa con valore inferiore dell’Rt che sfiora 1 e rischio complessivo alto per la terza settimana consecutiva).