“Finora non abbiamo mai avuto pazienti Covid nei corridoi dell’ospedale né, tantomeno, 23 pazienti nei corridoi del quinto piano”: è quanto sottolinea l’azienda ospedaliera Santa Maria di Terni in replica al consigliere regionale Fabio Paparelli. “Quanto affermato – sostiene l’azienda ospedaliera – non risponde alla verità”.

“Lo sforzo del personale – prosegue la nota – ha sin qui consentito di affrontare l’emergenza virus nel modo migliore possibile, lo stesso sforzo che, dopo l’ultimazione dei lavori urgenti e indifferibili al quinto piano, avvenuta la sera del 21 gennaio, ha portato al ripristino del reparto Covid2 e alla trasformazione del Covid3 in area medica, con la riapertura, a tempo record, della medicina interna/pneumologia sempre al quinto piano del nosocomio. Tale spazio, come da indicazione ministeriali e della Regione Umbria, è compartimentato, per garantire la divisione dei percorsi in sicurezza”.

“In tal senso contiamo, entro i prossimi giorni – conclude l’ospedale di Terni – di mettere a disposizione nuovi spazi no Covid”.